venerdì 4 gennaio 2013

La maternità in disoccupazione.

Come saprà chi mi segue da un pò,  lo scorso maggio ho deciso di sposarmi. Il che ha portato i miei ex datori di lavoro a divorziare da me liquidandomi con scuse banali che non sto qui a ripetere per l'ennesima volta (scusate i disoccupati purtroppo sono spesso affetti dalla sindrome del risentimento misto a primi cenni di Alzeimer).
La fortuna, o chi per essa, mi ha assistito per due volte: la prima perchè a fine luglio mi sono ritrovata in stato interessante e se tutto va come deve andare il 25 aprile dovrebbe nascere la mia erede; e la seconda perchè in TEORIA dovrei rientrare nella maternità dell'Inps.
Parlare al condizionale quando si tratta dell'Inps mi pare un dovere civile e morale nei confronti di chi mi legge.
Partiamo dal presupposto che dopo mille disavventure  tra disoccupazione data e poi tolta, sono riuscita finalmene ad avere il mio meritato sussidio a partire dal 20 di agosto e per la durata di 8 mesi.
Il 20 di agosto ero esattamente a 4 settimane di gravidanza. La mia prima domanda, parlando dal punto di vista del vile denaro, è stata innanzittutto se esisteva una sorta di maternità in disoccupazione.
E la risposta è stata si.  Presa dall'entusiasmo della bella notizia ho provato per l'ennesima volta a dare fiducia al numero verde Inps, ma anche questa volta dopo aver parlato con 5 operatori ho ottenuto 5 diverse risposte, una delle quali mi ha detto che la maternità in disoccupazione non esiste ma che è il comune di residenza che può concedere un contributo.
Il che ovviamente si è rivelato scorretto, sommario e in classico stile del numero 803164 (se qualcuno di voi volesse giocarlo al lotto avrebbe sicuramente più probabilità di ricavarne qualcosa).
Per quanto riguarda il contributo del comune, è comunque vero, è erogabile un assegno che si aggira sui 2000 euro, ma per questo rimando l'argomento perchè non sono ancora molto ferrata.
Per quanto riguarda invece la maternità in disoccupazione (MID), sul suo fantastico sito l' Inps, carta canta, recita:

( http://www.inps.it/portale/default.aspx?itemdir=5804 )

A CHI SPETTA

  • alle lavoratrici dipendenti assicurate all'Inps anche per la maternità
    (apprendiste, operaie, impiegate, dirigenti) aventi un rapporto di lavoro in corso alla data di inizio del congedo
  • alle disoccupate o sospese se ricorre una delle seguenti condizioni (art. 24 T.U.):
  • il congedo di maternità sia iniziato entro 60 giorni dall’ultimo giorno di lavoro 
  • il congedo di maternità sia iniziato oltre i predetti 60 giorni, ma sussiste il diritto all'indennità di disoccupazione, alla mobilità oppure alla cassa integrazione. Per le disoccupate che negli ultimi due anni hanno svolto lavori esclusi dal contributo per la disoccupazione, il diritto all’indennità  di maternità sussiste a condizione che il congedo di maternità sia iniziato entro 180 giorni dall’ultimo giorno di lavoro e che siano stati versati all'Inps 26 contributi settimanali negli ultimi due anni precedenti l'inizio del congedo stesso 



Per cui se ho capito bene DOVREI rientrare nella MID in quanto al 4 punto si parla di disoccupate il cui congedo sia iniziato dopo 60 giorni dal licenziamento, ma che, nel momento in cui siano in periodo di congedo ricevano l'indennità disoccupazione.
Essendo un testo da prendere con le dovute precauzioni, mi sono comunque rivolta ad un patronato, il quale mi ha semplificato le cose dicendomi che per ottenere questa MID devo in sostanza essere al 7 mese prima di terminare il sussidio. Una volta accettata la maternità, verrà erogato un sussidio per 5 mesi nei quali l'indennità di disoccupazione verrà sospesa per poi ricominciare (si parla dei restanti mesi) al termine del quinto mese.
"Quindi" ho chiesto al gentile ragazzo che con pazienza mi fa tutte le relative pratiche "dovrei rientrare nella maternità essendo ormai quasi al settimo mese e visto che la disoccupazione mi scadrà ad aprile?"
E la sua risposta, schietta e disillusa è stata: 
"Noi inviamo la pratica a partire da metà gennaio, il resto è a discrezione dell'Inps".
Queste sono le frasi che ti fanno capire quanto in questo nostro Bel Paese se leggi siano essenziali.
Per procedere con le pratiche devo portare entro metà gennaio il certificato del ginecologo con la data presunta del parto al patronato e poi..... e poi saremo tutti a discrezione dell'Inps o di che per esse.
Quando si dice: siamo in buone mani.
Alla prossima puntata che prevedo lunga e travagliata.





16 commenti:

  1. Vorrà dire che partorirai anche a discrezione dell'Imps -_-...facci sapere!

    RispondiElimina
  2. e speriamo di no altrimenti partorisco a rate!

    RispondiElimina
  3. Ciao, ti ho scoperto ora e ho letto il tuo blog tutto d'un fiato...che dire, se non che mi rispecchio in quello che dici?

    RispondiElimina
  4. grazie taral, non posso dire di essere contenta di leggere persone che si rispecchiano con queste situazioni, ma ti ringrazio e spero ci terremo in contatto!

    RispondiElimina
  5. Ciao,ho appena letto il tuo blog per caso, perche' appunto stavo guardando l'indennita' per disoccupati,visto che ieri sono andata dal ginecologo e mi ha detto che sono pronta per l'iseminazione ,ma non ho piu' un lavoro da giugno e ho quasi finito la disoccupazione(da sbattere la testa contro un muro)sono 2 anni che ci proviamo e ora che ho la possibilita' non lo posso fare!!!!!! un abbraccio e continuero'a leggere come ti andra' a finire.

    RispondiElimina
  6. se passi dal mio blog claudialand51.blogspot.it , trovi un premio per te :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Claudia, sono onorata! Ora procedo con le istruzioni!

      Elimina
  7. ciao! Qualcuno mi ha riferito che addirittura in alcuni comuni non ti danno un sussidio "libero" ma una somma di cui puoi usufruire soltanto per pagare babysitter o asilo (anche se la cosa mi suona strana...) Invece per certo so che nemmeno gli impiegati ci capivano qualcosa perchè a gennaio è scattata la riforma... io avendo lavorato per 2 anni consecutivi mi hanno detto che ne ho diritto... speriamo! Ti farò sapere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si fammi sapere se puoi, anche io ho chiesto informazioni, ma nessuno sembra capirci qualcosa. Grazie.

      Elimina
  8. Ciao ragazze, allora ....
    Io sono disoccupata, ringraziando la tanta pazienza che il signore mi ha dato sono riuscita a percepire disoccupazione e maternita' ma dopo che erano state respinte entrambe e errori vari da parte dell' inps:(
    Pero' c' e' una bella notizia.....
    Una gentilissima ragazza di un centro cgil mi ha informata che esiste dopo la disoccupazione la mobilita' in deroga, qui in veneto il diritto eper 4 mesi in altre regioni anche di 6 mesi, praticamente percpiremo assegni come la disoccupazione, ovviamente discrezione della rwgione pero' meglio che niente no?
    Ps. L' unica cosa che non capisco, e, se qualcuno puo' aiutarmi...ma e' vero che devo fare comunicazione all' inps del rientro in disoccupazione?
    Perche' la signora dell'inps mi dice che devo farla, al call center mi dicono che e' automatica al patronato non lo sanno.....help please!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io farei la comunicazione perchè ogni scusa è buona per non continuare la collaborazione. E se posso darti un consiglio, vista la mia esperienza personale, diffica del call center, non ne dicono mai una giusta.

      Elimina
  9. Ciao, ho trovato il tuo blog per caso, vagando su Internet in cerca di offerte di lavoro perchè anche io da metà gennaio sono disoccupata. Sono laureata, ho svolto vari tirocini inerenti ai miei studi, poi a settembre 2011 la svolta: mi chiamano dall'ultima azienda in cui ero stata come stagista per una sostituzione di maternità. Nel giro di 3 giorni mi fanno firmare il contratto e dopo 10 giorni sono in ufficio a lavorare a pieno regime, senza affiancamento (la mia ormai ex collega all'epoca incinta doveva stare in assoluto riposo). Dopo un anno e mezzo la collega torna e io vengo rispedita a casa perchè altrimenti avrebbero dovuto farmi un contratto a tempo indeterminato. Negli ultimi due mesi avrò mandato più di 100 CV (non dico per dire), risposte quasi zero, qualcuno mi chiama per sapere se io sia in mobilità o meno "sai per noi è meglio assumere una persona in mobilità, sono tempi difficili"...
    Per fortuna la scorsa settimana ho avuto la conferma del sussidio di disoccupazione.
    Scusa se mi sono dilungata, in realtà volevo solo dire che leggerti (e leggere i vari commenti) mi fa sentire un po' meno sola e frustrata.
    Aly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ALy, ti ringrazio. Siamo tutti nella stessa situazione piu' o meno, tanto vale farsi forza.
      Ti han dato la disoccupazione alla fine?

      Elimina
  10. Ciao a tutte,
    Mi è bastato leggere al volo qualche commento per sapere che non sono l'unica che impazzisce fra Inps, patronati e compagnia bella!
    Aly hai proprio ragione: anch'io mi sento meno sola e frustrata grazie a questo blog!
    Sono in una brutta situazione perché la piccola società per cui lavoro è in crisi e mi hanno già comunicato che a breve mi lasceranno a casa, solo che io ho un bimbo di 2 anni e sono sola con il mio compagno, senza nonni su cui contare. Se mi licenziano l'inps mi ha detto che l'unica cosa che posso sperare di percepire è la mini disoccupazione perché non ho versato abbastanza contributi essendo assunta da soli 8 mesi... briciole in confronto a ciò che serve per campare!
    E poi si lamentano che l'Italia è il paese con il tasso di natalità più basso d'Europa, ci credo! io vorrei avere 3 figli perché adoro i cuccioli d'uomo e penso che avere dei fratelli e sorelle su cui poter contare anche da grandi sia una cosa meravigliosa, Ma di questi tempi ho già paura adesso di non farcela con 1 figlio solo. Buona lotta a tutte!
    Zobeida

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Zobeida, hai provato a chiedere al tuo comune? Se non sei coperta dalla maternità dell'inps puoi rivolgerti al comune che dovrebbe, ma dipende dalle disponibilità e da comune a comune, coprirti il periodo con un assegno di 1800 euro.

      Elimina
  11. Ciao, fantastico blog. Mi permetto di raccontarvi la storia di mia moglie . Per problemi di lavoro e in malattia da tre mesi. So che dal sesto mese dovrebbe scattare il licenziamento automatico. Di conseguenza, mi hanno detto che scatta la disoccupazione x 8 mese. Se quest'anno rimanesse incinta, avrebbe ulteriori 5 mesi di maternità?

    RispondiElimina