domenica 30 settembre 2012

Italia: patria di finti preti, di Schettino e dei politici corrotti.

Ieri sera c'è stato un sit in di protesta fuori dal Parlamento. Qualche telegiornale ne ha forse parlato?
No, la notizia è trapelata solo tramite twitter.
I principali mezzi di informazione continuano ad avvelenarci con il successo del camper di Renzi, il possibile Monti bis, l'attualissimo regionopoli e quando tutto ciò non è abbastanza, per evitare che il cittadino medio catalizzi la sua attenzione sulla verità che lo circonda, ecco che "a volte ritornano":  spacciati come attualità vengono ripescati reperti storici tra gli innumeriveli casi irrisolti della giustizia italiana. Ed ecco che si riaffacciano timidamente il caso di Via Poma, Emanuela Orlandi e ultimamente anche il caso di Angela Celentano.
E la cosa più triste e che noi, non reagiamo nemmeno più ma ci stiamo lasciando andare a questa eutanasia.
Nessuno che abbia avuto il coraggio di lanciare i classici pomodori marci verso gente altrettanto marcia che ha rubato e fatto feste con le facce da maiale, per le quali tra l'altro poteva usare la propria e sarebbe stata molto più verosimigliante.
Nessuno che sia andato a protestare sotto la sede de Il Giornale, in difesa di Sallusti, perchè sebbene ognuno abbia le sue idee politiche personali, l'ingiustizia è universale.
Nessuno che si rivolti quando al telegiornale, non essendoci più libertà di pensiero, non si può più dire che in Italia esiste la disoccupazione e allora partono servizi sui bamboccioni  che per loro scelta vivono con i genitori fino a 40 anni. 
Ecco che la colpa è di noi disoccupati. E allora i luoghi comuni si sprecano, dalle pensionate intervistate da Barbara D'Urso che si lamentano del fatto che la loro pensione sia bassa perchè con quella devono pagare il sussidio ai disoccupati. Il fatto che forse noi 30enni disoccupati non solo non avremo mai una pensione, ma non troviamo lavoro proprio perchè al posto nostro lavorano dei quasi 70enni, non sfiora nessuno.
Poi senti Simona Ventura insultare 2 ragazze al casting di xfactor perchè disoccupate: "Il lavoro se si si cerca si trova". Vorrei che Simona guardasse assieme a me per una settimana gli annunci di lavoro della provincia di Imperia. Chissà quale troverebbe più interessante tra: promoter, call center e rappresentante tutti con un stipendio base di 300 euro mensile e il resto a provvigione.
Continuiamo pure a seguire i tronisti o a farci lobotomizzare con le fiction. Siamo diventati esattamente tutti uguali, senza volontà di reagire e senza alcun interesse per la rovinosa realtà in cui siamo, volutamente, finiti.
Una volta l'Italia era patria di Santi, navigatori e poeti. Oggi l'italia è diventata: patria di finti preti, di Schettino e politici corrotti. La teoria dell'evoluzione con noi ha fallito.

4 commenti:

  1. Avrei voglia di scrivere un commento lungo quanto il tuo post, ma cercherò di essere breve :)
    è che mi sento molto vicina a te su tutti i fronti, in primis sulla questione lavoro: sono stata disoccupata per 9 mesi, mai visto un periodo così lungo, sono tornata finalmente a lavorare solo da qualche giorno e ovviamente per pochi mesi. Tieni duro, prima o poi qualcosa salterà fuori (sicuramente non dai siti di ricerca lavoro...).
    Sulla televisione la penso esattamente come te e quello che più mi angoscia è che la stragrande maggioranza delle persone si informano solo tramite tv, per cui i fatti raccontati dai tg o le cazzate dei programmi di intrattenimento sono l'unica verità per loro. Io ormai guardo il tg solo quando succede qualcosa di particolare, come le manifestazioni, per vedere se e come lo raccontano, e puntualmente mi indigno, e infatti ultimamente mi manca il fegato per farlo.
    L'indifferenza e l'imbambolamento della gente credo sia una diretta conseguenza di ciò e del fatto che ognuno pensa per sè, che in Italia non siamo un popolo ma una massa di individui.
    E ogni volta che mi imbatto in persone come te mi consolo, piacere di averti conosciuta!

    RispondiElimina
  2. "L'ITALIA E' IL LUOGO IN CUI SONO ACCAMPATI GLI ITALIANI"

    RispondiElimina
  3. trovarlo un lavoro da 300 euro al mese lo accetterei anche..io ormai ho talmente bisogno di lavorare che rispondo anche ad annunci per fare le pulizie, ma tanto non mi chiamano neppure per quello..

    RispondiElimina
  4. Ciao Cri, grazie per avermi scritto, spero che il tuo nuovo lavoro vada bene e che magari duri più di quello che pensi. Purtroppo siamo tutti messi male. Dicono che siano le condizioni giuste per inventarsi un lavoro... nel frattempo inventiamoci come riuscire a mangiare e pagara l'affitto.

    Sistren di lavori da 300 al mese mesi ne trovi solo che poi, dopo il primo mese, se non produci e non fai percentuali, ti cacciano. E cosa ci fai con 300 euro? Nemmeno la benzina per andare a lavorare? Non riesci nemmeno a pagarci il panino in pausa pranzo per un mese. E poi 300 euro a progetto, vuol dire che ci paghi TU altrettanto di tasse quindi alla fine il totale che ti ritrovi nel portafogli se va bene è -300 euro.

    RispondiElimina